4

La cura definitiva per tornare in forma dopo le feste esiste? Ecco le prove scientifiche presentate da un medico estetico

38578971 - young sexy santaSiamo abituati ad andare dal medico quando stiamo male, non certo per dimagrire o per la cellulite. Ebbene, questo nel 2017 potrebbe rivelarsi un grande errore.

Secondo il dott. Andrea Delemont e la sua equipe di stimati medici, spesso il sovrappeso e la cellulite sono da considerarsi una vera e propria malattia. Certo, non una malattia grave, ma senz’altro meritevole dell’attenzione di un professionista della salute.

Prima di spiegare di cosa si tratta, andiamo con ordine. Se stai leggendo questo articolo, quasi di sicuro avrai già provato a dimagrire o a eliminare la cellulite. Magari hai perso qualche chilogrammo, ma potresti aver riscontrato uno dei seguenti problemi:

  • Hai ripreso rapidamente il peso perso con la dieta;
  • Avevi sempre fame e quindi hai smesso di seguirla;
  • Era troppo complicata per te che non hai mai tempo;
  • Andavi in palestra, ma hai smesso perché non avevi tempo/voglia;
  • Non sei riuscita a resistere alle tentazioni (dolce o salate);
  • Hai fatto trattamenti che ti han dato risultati scarsi e di breve durata;

E se il fallimento che hai avuto non fosse colpa tua? Se fosse una vera e propria malattia quella che ti impedisce di avere il corpo hai sempre desiderato, eliminando il grasso e la cellulite in eccesso dai tuoi punti critici (come addome, gambe e glutei)?

È proprio quello che è emerso nel corso del 2105 e del 2016 (e che sta rivoluzionando il campo del dimagrimento e delle cure per la cellulite). Sovrappeso e cellulite hanno quasi sempre importanti basi patologiche, al pari di alcune malattie.

I due motivi per cui non riesci a sconfiggere la cellulite

 

Quindi, se quando vogliamo tornare in forma continuiamo ad andare da biologi, farmacisti, estetiste, dietisti, nutrizionisti non medici, il rischio è quello di non venirne a capo, e di subire il solito estenuante “effetto yo-yo”.

Vediamo ora quali sono queste basi patologiche, e come puoi fare a porvi rimedio.

dipendenza-da-zuccheroPrima di tutto, è stato scoperto che alcuni cibi insospettabili agiscono come una potente droga: la cocaina. E parliamo di cibi assai comuni, come dolci, pane o pasta. All’interno dei dolci e dei carboidrati sono infatti presenti sostanze che agiscono sul sistema della dopamina, un neurotrasmettitore presente nel nostro cervello, sul quale agisce anche la cocaina.

Questa sconvolgente scoperta in parte ci giustifica: se abbiamo sempre voglia di dolci, di pane o di pasta, non è solo colpa delle nostra golosità. Potremmo dire che è come se fossimo malati. Malati di carboidrati.
Come uscirne? Se provi da sola a eliminare questi cibi, come forse avrai già tentato di fare, sei destinata ad avere fame e a sentirti stanca. Senza contare che non sempre quei cibi vanno tolti del tutto.

Il punto di partenza è la visita medica. Per aiutarti a vincere la dipendenza, e quindi a tornare in forma senza fame ed anzi, con molta più energia di prima, il medico dovrà valutare accuratamente il tuo stato di salute. Inteso non solo come assenza di malattie, ma anche come stile di vita, e se serve prescriverà specifici esami del sangue.

123rf1231239405128_sLa seconda base patologica di sovrappeso e cellulite, riguarda esclusivamente le donne. 8 donne su 10 soffrono infatti di cellulite. Anche se pensi di averne poca, quel poco potrebbe essere sufficiente a non farti dimagrire come vorresti.

Quello che tu pensi sia grasso, potrebbe in realtà essere in parte cellulite. Un piccolo test che puoi fare anche subito è metterti la mano su un punto dove pensi di avere un accumulo di grasso. Se senti questa zona più fredda delle zone del corpo circostanti, allora potrebbe essere cellulite.

Ovviamente non è l’unica cosa da valutare: nel corso della visita il medico può identificare in modo più preciso in quali aree hai grasso oppure cellulite, ed anche lo stadio della cellulite (esistono infatti 4 stadi di gravità, e la cura può essere diversa a seconda del tuo stadio).

La cellulite è una malattia, e quindi non andrà mai via con i vari piani dietetici o di trattamento proposti da personale non medico. Il problema principale è il micro-circolo, cioè l’insieme di vene e capillari delle parti dove hai la cellulite, che non funzionano come dovrebbero. In pratica questi “tubicini” che dovrebbero riportare il sangue e i liquidi verso l’alto, non riescono a farlo a sufficienza, e quindi rimarrai gonfia. E’ la cosiddetta ritenzione idrica, che predispone alla cellulite.

Come curare la cellulite in tre step

 

Come si cura la cellulite? Purtroppo, per debellare ritenzione idrica e cellulite, non basta bere più acqua, o fare una dieta dimagrante. D’altronde ci sono molte donne magre, ma con la cellulite.

La soluzione migliore, presentata nel 2016 ai 3 Congressi Internazionali di Medicina Estetica di Milano, Bologna e Roma dal dott. Andrea Delemont

attestati-congressi

È un sistema in tre step:

  • Un piano alimentare specifico. Si tratta di un metodo innovativo e personalizzato, basato non sulle quantità ma sulla scelta dei cibi. E’semplice da seguire, non bisogna pesare nulla, e non si ha mai fame.
    Esempio di cibo da evitare: pomodoro.
    Esempio di cibo anticellulite: frutti di bosco come i mirtilli;
  • Allenamento del secondo cuore. Il secondo cuore si trova nelle gambe e va allenato in modo particolare per contrastare la ritenzione idrica e la cellulite.
    Esempio di esercizio da evitare: la cyclette.
    Esempio di esercizio per il secondo cuore: il curl con marcia;
  • Trattamenti sotto controllo medico. Esistono trattamenti curativi che garantiscono risultati su dimagrimento e cellulite. Il punto è che vanno scelti insieme al medico estetico perché siano adatti al tuo caso specifico.
    Esempio di trattamento da evitare: pedano vibranti o simili;
    Esempio di trattamento efficace: mesoterapia o carbossiterapia.

A conclusione di questo articolo, una buona notizia.

Ho realizzato un video sull’argomento davvero completo e che è al 100% gratis.

Lo trovi cliccando sull’immagine qui sotto… buon proseguimento!

A presto,

Dr. Andrea Delemont
Fondatore di Clinica Cellulite

banner-articolo-2

Clicca qui per lasciare un commento 4 commenti
Alessandra - maggio 8, 2017

Ho un problema, ne ho veramente tanta, credo di non averne vista mai così tanta. Ho solo sedici anni e parte dai glutei fino alle ginocchia in ogni parte delle gambe, e si vede anche con i pantaloni sopra. Non saprei come fare a toglierla, ho provato creme, diete, acqua e niente non diminuisce nemmeno.

Reply
Donatella De patre - novembre 6, 2018

Non sono d accordo sulla bicicletta se fatta in pianura migliora molto la circolazione delle gambe e le snelliscr

Reply
    Andrea Delemont - novembre 13, 2018

    Ed io non sono d’accordo con lei Donatella. Molto meglio camminata in salita o corsa leggera, in quanto danno una migliore stimolazione della pianta del piede e del polpaccio, con maggiore effetto contro la ritenzione idrica.

    Reply

Lascia un commento: